Il segreto per durare più a lungo a letto e diventare un “mediofondista”

Il ritmo frenetico della vita che le persone hanno oggi crea molti effetti negativi sulla salute; dal non riposare di notte, anche se passiamo 10 ore a letto, fino alla comparsa di problemi di pelle.
E poi gli altri sintomi possono manifestarsi sull’ attività sessuale, che è ancora un tabù per molti uomini che non si sentono a loro agio a parlarne, aggiungendo così ancora più stress alla giornata.
L’eiaculazione precoce è più comune di quanto molti credano. E anche se l’ansia, lo stress o altri aspetti psicologici non sono l’unica causa, di solito sono tra i più comuni.

Una delle proposte è andare da un consulente psicosessuale. Per alcuni, questa soluzione potrebbe essere l’ultima della loro lista, ma non è meno importante. Parlare può salvarti dal passare attraverso un catalogo quasi infinito di esercizi, posizioni o farmaci inutili.
Esercizi comportamentali
Perché ci sono molti modi per risolvere questo problema. Ad esempio, la tecnica comportamentale, che si concentra sulla recitazione prima e durante l’attività sessuale. Tra le raccomandazioni vi è quella di masturbarsi una o due ore prima di andare a letto con la compagna, passare al cambio di posizione, modificare il ritmo o addirittura interromperlo completamente fermandosi e ritornando al preliminare. Farmaci C’è anche la possibilità di ricorrere a terapie mediche. L’applicazione di creme anestetiche per ridurre la sensibilità o usare i preservativi che contengono questo tipo di prodotto è un’altra opzione. Ci sono anche pillole come la diapoxetina , che sono usate per trattare l’eiaculazione precoce. Anche se ovviamente per ricorrere a ciò è meglio andare prima da uno specialista e ascoltare quale trattamento è consigliabile.

Esercizi fisiologici
E se non vuoi prendere rischi con creme o pillole, puoi anche applicare la tecnica fisiologica. Uno degli esercizi più semplici e più tipici è il Kegel, per rafforzare il pavimento pelvico. Lavorare i muscoli nell’area e controllarli aiuta a ritardare l’orgasmo. L’esercizio si basa sul contrarre e rilassare i muscoli del pavimento pelvico per alcuni secondi, e può essere fatto da seduto o anche camminando.
Un’altra opzione è quella di effettuare un respiro profondo e poi lasciare andare, così da rilassarsi e ritardare l’orgasmo. E se si vede che questo non funziona, occorre premere il glande e aspettare che la voglia di raggiungere l’orgasmo passi.
Tuttavia, la cosa più importante è il dialogo di coppia, per sapere se si ha la sensazione che ci sia qualcosa di irrimediabile nel rapporto o se si sta pensando a dei cambiamenti relazionali. Se è così, è consigliabile utilizzare queste tecniche per trovare un possibile rimedio, ma sarà molto difficile arrivati a questo punto.

Annunci

Le donne di una certa età attratte dai più giovani? Sì, e vi sveliamo i motivi

Dall’età di 35/40 anni, la donna ha una migliore conoscenza di sé, sa quello che vuole e ha una maggiore sensibilità integrale del suo corpo, delle sue emozioni.
D’altra parte, i giovani intorno ai venti e trenta sono nel loro apogeo sessuale, e trovano attraente la sicurezza e la serenità che le donne dimostrano a questa età.
Ma cerchiamo di svelare ciò che queste signore cercano in un uomo molto più giovane di loro.

Nella maggior parte dei casi aspirano ad una relazione più leggera e più “fresca“. Gli uomini adulti hanno più fobie, molti non vogliono impegni o sanno veramente poco di relazioni solide e serie. Al contrario, i giovani non hanno questo carico emotivo e c’è maggiore libertà di relazionarsi.
Danno al sesso femminile la loro pienezza e potenza sessuale anche e soprattutto senza particolari legami, senza dipendenze. In questi rapporti non ci sono sempre doveri o necessità di promesse.
La maggior parte delle donne ambiscono a qualcuno con cui condividere ma non partecipare. Sono in uno stadio in cui la loro libertà non può essere dettata da amori folli, ed evitano gli uomini con impegni, divorziati o con figli.

Le donne vogliono più vita sociale e divertimento. Certi ragazzi, ciò che meno desiderano è stare a casa a guardare la TV, e preferiscono finalmente uscire a cena, fare festa, viaggiare, fare sport, andare ai concerti. Prendono più cura di se stessi. Le signore più grandi dal canto loro tornano ad occuparsi molto più del loro peso, della pelle e del modo di vestirsi. Sanno che c’è competizione ma non ne hanno paura.
A loro piace stare con qualcuno di attraente e giovane. Sanno che con un giovane saranno quasi obbligate a mantenere il loro corpo in condizioni migliori, si sentiranno più audaci e disinibite.
Sono a conoscenza che al momento per questi ragazzi il matrimonio è un problema che non li riguarda. Sono donne economicamente indipendenti e sono più riluttanti a farsi coinvolgere in una relazione stabile.

Le donne più mature abbisognano di affetto e dettagli coinvolgenti. Con il passare del tempo, le coppie sposate si rilassano e finiscono per essere molto meno affettuose rispetto all’inizio. Con un giovane di solito è tutto più naturale e imprevedibile. Anche a livello sessuale sovente rimangono colpite dalla conoscenza quasi sfrontata e innovativa. Non è più come prima che molti giovani dovevano passare dalle cosiddette “navi scuola”, adesso grazie al web e alla complicità delle loro coetanee sanno “muoversi” mostruosamente bene tra le lenzuola.
Uscire con i più giovani crea ancora molti pregiudizi, e in molte occasioni alcune donne rifiutano il giovane per quello che dirà la gente. Ma, a parte questi fastidiosi tabù, le donne che osano accompagnarsi ad un uomo più giovane godono di questo tipo di relazioni e si danno la grande l’opportunità di essere nuovamente felici.

Perchè hai smesso di fare sesso con la tua ragazza? Ma dai, almeno una volta a settimana devi farlo per salvare il rapporto

La siccità quando sei single è un fastidio che prima o poi potrai scrollarti di dosso, ma quando hai una relazione può essere una cosa poco edificante. Sarò più esplicito: se hai una relazione seria con la tua partner, dovresti provare a fare sesso almeno una volta alla settimana. Se il programma sessuale con la tua ragazza scende a meno di una volta alla settimana, fossi in te mi preoccuperei. Secondo uno studio statunitense pubblicato tempo addietro, che ha analizzato l’attività sessuale di trentamila americani, se un maschio fa meno di quanto menzionato, si sentirà scoraggiato, e arrapato, probabilmente.

In una nuova relazione, prima di aver annusato l’odore dell’altra, pulito il moccio quando lei è indisposta a casa con l’influenza, ti sei abituato a ordinare cibo a domicilio e fai maratone su Netflix, dopo farai sesso a go-go. Sarai convinto che pratichi il sesso più di tutti i tuoi amici, e che con la tua compagna hai trovato qualcosa di magico, e ti sentirai la persona più fortunata del mondo e ti bagnerai per sempre al solo pensarla. Ma, in realtà non è affatto così! Se stai con una donna abbastanza seriamente, alla fine la frequenza con cui diminuirai i tuoi rapporti ti farà dubitare molto. Non inviare Whatsapps all’una del mattino alla tua ex per chiedere consiglio sul tema, o tornare con la bava alla bocca su Meetic o Facebook. Se ti fermi un attimo pensare e decidi di andare a letto con lei almeno una volta alla settimana, tornerà tutto a posto. Se fossero due le volte sarebbe ancora meglio, ma intanto accontentati.

Ma poi chiediti: odio questa persona o è colpa del fatto che lavoro troppo?
A volte, in relazioni stabili, potresti trascorrere una settimana o due senza sesso. Questo di per sé non è un problema, (ricordi quando eri vergine?), ma dobbiamo analizzare le ragioni alla base di questo. La scorsa settimana era a letto con il raffreddore e l’influenza, nonostante il vaccino. Hai provato disgusto quando la tua compagna ha cercato di baciarti in bocca con la lingua (catarro e moccio non sono per niente sexy), per non parlare del sesso. Come al solito, proprio mentre lei guarisce, ti ammali tu. In un’altra occasione, hai avuto turni di notte sul web per cui hai scritto tanto, la qual cosa ha lasciato in voi programmi totalmente diversi. Ciò ha anche influito sulla nostra vita sessuale. In entrambi i casi, vi sentivate ancora attratti l’un l’altra, e avevate una relazione che vi rendeva felici.

La mancanza di sesso è dovuta più alle circostanze che ai sentimenti. Le cose accadono e se sei fortunato tornerai presto alla normalità. Tuttavia, se non vai a letto perché il solo pensiero di unirti al suo corpo ti provoca nausea o ti dà un attacco di panico, forse è ora di aprire di nuovo il profilo di Meetic. Ma non essere un idiota sull’argomento. Sii onesto con la tua partner e rompi con lei prima di cercare qualcosa di nuovo. In realtà, prova a farlo più di una volta alla settimana, prima di darle il benservito.
Almeno una volta alla settimana è una buona regola, ma chiunque abbia iniziato la giornata con il rush mattutino del sesso, sa che un orgasmo può fare molto. Quindi aumenta i numeri delle tue prestazioni. Fissa un obiettivo a tre volte a settimana. La chiave? Pianificalo e prenota un po’ di tempo. Dovrai passare attraverso le bevande dopo il lavoro, ma in cambio farai del sano sesso.

Il sesso durante l’adolescenza

Iniziamo, oggi, una serie di articoli, su pressante richiesta dei nostri lettori, che riguardano il variegato mondo dell’adolescenza. Alcuni genitori hanno chiesto che entrassimo subito nel vivo della questione parlando del sesso durante l’adolescenza.

Reperite fonti più che attendibili cominciamo, dunque, a parlarne.

Il sesso non dipende solo dal personale sviluppo fisico, ma anche da quello emotivo, cognitivo e sociale.

Le decisioni sbagliate sul sesso durante l’adolescenza possono portare conseguenze irreversibili come la gravidanza o la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV / AIDS.

E ‘importante che gli adolescenti possano godere di uno sviluppo sessuale completo, crearsi esperienze soddisfacenti e, soprattutto, prendere le decisioni giuste.

Se sei un adolescente e vuoi sapere di più sul sesso o sei un genitore preoccupato che vuole aiutare i propri figli, cercheremo di fornire informazioni utili per affrontare questo, per voi, problema.

Fasi di sviluppo sessuale negli adolescenti

Prima adolescenza

Essa si verifica tra i 12 e i 15 anni e viene detta l’età della curiosità e sperimentazione.

Caratteristiche principali:

A questa età i ragazzi non hanno la maturità per prendere buone e nette decisioni circa la loro sessualità.

A 12 o 13 anni i ragazzi si interessano al sesso, e si aiutano con riviste specializzate o grazie a Internet.

I bambini spesso sperimentano le prime erezioni e le ragazze possono avere frequenti secrezioni vaginali.

A 13 o 14 anni, gli adolescenti aumentano notevolmente il loro interesse e pensano sovente al modo per fare sesso e possono iniziare a masturbarsi frequentemente.

Durante questa fase, si preoccupano esageratamente delle opinioni degli altri e possono cominciare a vergognarsi della loro nudità.

L’adolescenza media e tarda

L’adolescenza media e tarda si verifica tra i 15 ei 22 anni ed è conosciuta come la fase del romanticismo.

Caratteristiche principali:

A 14 o 15 anni, gli adolescenti cominciano a voler avere relazioni romantiche, e ciò può trasformarsi in qualcosa di molto intenso e di breve durata.

I genitori dovrebbero, in questa fase, iniziare a fare domande, cercando di educare i propri figli e rispondere a tutto quello che vogliono sapere.

I ragazzi ancora non possono distinguere i cosiddetti “preliminari” del sesso e tendono a sperimentare diversi tipi di sesso. E’ importante che i giovani capiscano che queste attività possono anche comportare il rischio di contrarre una malattia a trasmissione sessuale.

A 15 o 16 anni, le ragazze solitamente possono iniziare a preoccuparsi di una possibile gravidanza indesiderata e si chiedono se il sesso sia così bello e piacevole come lo avevano pensato in precedenza.

Tra i 16 ei 18 anni l’attività sessuale s’intensifica.

In tarda adolescenza, un’ età compresa tra i 19 e i 22, questi giovani continuano a esplorare la loro sessualità in modo del tutto personale.

Sessualità degli adolescenti: Consigli

I genitori e gli adolescenti stessi devono capire che le questioni sessuali e gli stessi desideri sessuali sono naturali, anche se i comportamenti e le decisioni avranno sempre delle conseguenze.

I media hanno un enorme potere di influenzare le varie fasce di età, per cui è importante avere un’influenza positiva su di loro e sostenerli.

I giovani di oggi si sentono più compresi e supportati, possono parlare onestamente e apertamente con i loro genitori circa le tante preoccupazioni sessuali, sono meglio informati e quindi possono prendere decisioni migliori.

 

 

Fonti: SevenCounties, Advocates for Youth

Sexus ante biduum. I motivi che spiegano perchè un uomo non vuole, o non può, fare sesso…

Una dozzina di motivi che spiegano perché un uomo non vuole, o non può, fare sesso

1 Siamo, molto, moltissimo stanchi

Dopo una dura giornata di lavoro, una maratona, o un trasloco, dove abbiamo caricato quasi tutto da soli il furgoncino, per poi depositare i pacchi al quarto piano senza ascensore, è abbastanza comprensibile che l’unica cosa che gradiamo, arrivando a letto, sia quella di dormire dodici ore di fila.

2 Dopo una masturbazione

Se vogliamo fare anche del sesso, dobbiamo almeno lasciar passare una buona mezz’ora.

3 Quando nostra madre viene a farci visita

Soprattutto se la mammina sta dormendo nella stanza accanto.

4 Se la casa prende fuoco

Lasciando da parte il morbo di fare sesso in un posto pericoloso come sono le fiamme, è possibile che possa sorgere spontanea l’idea di salvarsi prima di farlo.

5 Dopo aver ricevuto un duro colpo alle nostre parti nobili

Non sappiamo se esiste un qualche tipo di scienza che dimostri che gli uomini possono avere un’erezione dopo un duro colpo lì, ma siamo abbastanza sicuri che sia impossibile.

6 Dopo aver mangiato un sacco di cibo indiano

Non è che non vogliamo fare sesso con lei, per niente. È semplicemente che siamo nel bel mezzo di un importante processo gastrointestinale.

7 Se il membro è stato circonciso

Inutile dire che dopo tale operazione, l’ultima cosa che vogliamo è di farlo con un pene dolorante.

8 Quando abbiamo un raffreddore

Il dolore, mal di testa, febbre? Nessun problema. Catarro? E’ difficile far finta di niente tra starnuti vari e difficoltà respiratorie.

9 Quando abbiamo le dita incollate con l’Attack

In realtà non è impossibile. Un’altra cosa, invece, è quando sono incollate ai testicoli.

10 Dopo una conversazione sulla propria infanzia

Dopo aver ricordato alla tua compagna le persone strane con cui sei cresciuto, desideri cambiare completamente pensieri e spesso ti passa anche la voglia di farlo.

11 Se sei diventato un vampiro

Anche se l’idea può sembrare molto sexy, se siamo veramente dei vampiri, è possibile liberarsi della voglia di sesso quando ci ricordiamo che dovremo mordere, succhiare il sangue e infine uccidere.

12 Se si è ubriachi

E’ vero, certe volte l’alcol aumenta il desiderio sessuale. Ma, se ci siamo fatti una bottiglia intiera di Vodka, il nostro coso si addormenterà prima di noi. E se proviamo a farlo dopo una lunga notte di festa con annesso liquore ed altro, sappiamo semplicemente che la nave non andrà in porto.