Perchè agli uomini piace andare a prostitute? Un sondaggio rivela che…

Non possiamo negare che per la maggior parte degli uomini è molto allettante trascorrere un piacevole momento con una bella ragazza. Il sesso è così radicato nella natura umana che bastano piccoli stimoli perché la chimica del cervello funzioni e produca le sostanze che generano il desiderio. Al di là del romantico e dello spirituale, cercare di soddisfarlo è una necessità fisiologica. Non è un’esclusiva degli esseri umani. L’istinto riproduttivo significa che praticamente tutti gli esseri viventi hanno mezzi per preservare la specie e che tutti gli animali hanno periodi di “estro” durante i quali vogliono accoppiarsi a tutti i costi. Uomo e donna, quindi, non potevano essere l’eccezione, tuttavia, per mille motivi, per noi il sesso non è solo un problema riproduttivo. Certo la motivazione finale dovrebbe essere una conclusione bella e trascendente, ma vi sono anche molte altre ragioni: amore, piacere, impeto, affari, convenienza, noia e una miriade di eccetera.

Cercare un rilassamento sessuale è, pertanto, un atto naturale. Si può certamente farlo con il partner (se esiste), è possibile farlo con un’amica, attraverso una conquista occasionale, si può anche far uscire il desiderio da soli oppure, arrivarci grazie all’entusiasmo e al denaro, Perché no? Puoi tranquillamente godere tra le braccia di una professionista. L’esperienza, se scegli bene, dovrebbe essere piacevole. Non per niente dicono che la prostituzione è il commercio più antico del mondo. Non so se -in base a questa idea, supponiamo che qualcuno prima della raccolta, la caccia, la pesca, l’agricoltura o l’invenzione della ruota- i nostri antenati cavernicoli avessero avuto la brillante idea di vendere e comprare sesso. Alcuni studiosi hanno dedotto che i primi gruppi umani utilizzassero le loro donne per scambi di merci o servizi: una gustosa bistecca di mammut, un quantitativo di frutti di bosco o un piccolo luogo soffice nella grotta, dove colui che non aveva nient’altro da offrire, ha cambiato i favori sessuali per cibo, rifugio, calore, sicurezza. Quid pro quo, insomma.

Se questa è la ragione, non mi sembra però giusto pensare che la prostituzione fosse un mestiere, quando tanto sesso in quelle condizioni era una forma molto primitiva di organizzazione sociale, non una mercificazione. Non sono d’accordo, quindi, che la prostituzione sia il commercio più vecchio, ma solo un affare redditizio. Uno studio antropologo, ha condotto un sondaggio via internet su 470 uomini maggiorenni, con un semplice questionario in cui veniva chiesto “Perchè gli uomini vanno a puttane?”. Il 61% degli intervistati (255 persone) era tra i 30 ei 45 anni. 287 persone (69%) hanno avuto rapporti con una prostituta e il restante 31% non l’ha mai fatto. In ogni caso, la maggioranza ha opinato. Gli intervistati, hanno dato risposte molto diverse, ma da essere raggruppate. Molti hanno pensato che gli uomini cerchino le puttane per soddisfare un capriccio. A chi non piace fare l’amore con una donna molto bella? È solo questo: desiderio e opportunità. La ragazza è lì, lui ha il fuoco dentro, lei è disponibile, perché no?

Altri hanno risposto che ” farlo con una professionista è molto più semplice “. Soddisfatto dell’istinto, il cliente paga e non deve preoccuparsi dei sentimenti della ragazza. È ricompensata, quindi non aspetterà che tu la chiami, le porti dei fiori o la inviti al cinema. Al contrario se ti rivede, non ti conosce. Tra loro ci sono anche quelli che hanno bisogno di varietà e discrezione. (In questo gruppo ci sono persone sposate che cercano ciò che nel loro matrimonio non trovano). Alcuni pensano che tutto abbia a che fare con il ritmo della vita. Uomini che non hanno il tempo o la testa per andare in giro a legarsi o cercare il sesso libero, con tutta l’energia e le complicazioni che significa. Cercano il sesso senza impegno. In questo gruppo ci sono anche quelli che hanno poche possibilità sociali, che sono poco attraenti o molto timidi e sembra meglio, per loro, giocare al sicuro con le ragazze da pagare. Certuni, dicono nel sondaggio, che lo fanno per solitudine.

Ci sono anche quelli che vogliono sperimentare. La maggior parte conosce la ragazza, ma tendono a raccogliere qualcos’altro. Non pensano più a lei come ad una sgualdrina. Fanno amicizia e generano intimità con una o più puttane. Alcuni si innamorano. La mia opinione è che la stragrande maggioranza degli uomini va a prostitute perché vuole ottener ciò che vuole, senza ulteriori filosofie o spiegazioni. Sesso casuale e discreto. Fai il male e nessuno lo sa. Punto.

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...