Mattarella cade nella trappola di Salvini e adesso l’Italia è lo zimbello del mondo intiero

Il Capo dello Stato altro non ha fatto che assecondare il giochetto di Salvini. Far precipitare l’Italia in una devastante e “orrorifica” crisi con capro espiatorio proprio Mattarella. La campagna elettorale, mai veramente terminata, da oggi in poi si attuerà sulla figura spenta, stanca, spettrale del Presidente della Repubblica. Lasciando da parte la cazzata gigantesca dell’atto d’accusa verso Mattarella e il suo impedimento a continuare, la Lega seguita dal M5s inizierà la tiritera del “con chi vuoi stare adesso che il Paese ha evidenziato un Presidente traditore?” “Vuoi parteggiare con le istituzioni o appoggiare i partiti dei cittadini?” ” Vuoi subire il danneggiamento morale di un corrotto o stare con il popolo?”

Ma è qui che casca l’asino, o Salvini che dir si voglia. Il leghista, senza il minimo ritegno, con un piano subdolo è riuscito ad arrivare a tanto. 83 giorni per portare l’Italia allo sfascio completo. E il tutto legato ad un nome, quello scritto e riscritto, detto e ridetto di Paolo Savona, che da tempo avevano architettato per arrivare allo scontro frontale. E nemmeno quando Mattarella ha proposto il vice di Salvini,  Giorgetti, i due si sono smossi dalla loro piccata presa di posizione. Insomma, un’azione senza trasparenza, loro che hanno a più riprese affermato di non voler abbandonare l’Euro. Ma il piano ormai doveva ed è andata in porto, con l’Italia zimbello del mondo intiero. Chi veramente ha mentito al popolo sono stati Salvini e Di Maio, quest’ultimo succube del primo per mancanza di totale professionalità politica. Hanno mentito sulle loro vere intenzioni, e la prova tangibile di ciò è data da quella miriade di documenti, quei contratti, quei programmi di governo resi visibili perchè passati dai media. In mani che sapevano che tutto non era stato detto e che c’era dell’altro che bolliva in pentola.

Ci hanno nascosto il tentativo di fuga dall’Euro, oscurando gli scenari apocalittici che tale proposta avrebbe portato nelle vite degli italiani, sui loro risparmi, sui loro prestiti, sui mutui, sugli stessi figli. Lo scopo del Gatto e la Volpe è stato quello di ammantare di bugie il popolo italico, di truffarlo, mentre escogitavano un piano che faceva alzare gli interessi dei mutui di migliaia di persone. Quante menzogne. Come il reddito di cittadinanza, con il quale regalavano ai bisognosi  780 Euro, come la flat tax, e l’abolizione della Fornero. E tutto questo con l’idea dei mini-bot, cioè di una valuta parallela. E alle insistenti domande poste dai media sull’ enorme spesa e su come e dove trovare le risorse per queste promesse, l’unica risposta è sempre stata un altezzoso: “Ma zitto, tu che sei un servo delle elite corrotte”. Dunque, quanto sopra altro non è stato che una perfetta regia di 83 giorni di bufale per arrivare allo sconcio di ieri: il ritorno alle urne, con Salvini che si vede l’unico, grande trionfatore e con il M5s a combatterà questa volta da solo, da separato fuori casa. Una cosa, anzi un avvertimento: l’elettorato italiano è uno dei più volatili d’Europa… E con questo ho detto tutto!

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...