Perchè Topolino è ancora una moda da seguire dopo 90 anni

Cercherò di spiegare perché Mickey mouse, il topo più famoso del mondo, è ancora così immensamente considerato. La sua presenza sulle passerelle e nei negozi di moda è diventata una tradizione (e quasi un obbligo).
Tranne che per alcuni artisti e marchi del consumo di massa, poche icone sono riuscite a salire in passerella e a rimanerne dentro. Il caso di Topolino è paradigmatico: dagli anni ’90 aziende come Dolce & Gabbana, Jeremy Scott e Bobby Abley lo hanno difeso incessantemente facendone un simbolo contagioso.
Il suo creatore, Walt Disney, lo concepì nel 1928 per il cortometraggio Steamboat Willie. Grazie ai film e alle apparizioni successive in televisione, Topolino (e Minnie) raggiunsero fama mondiale.

image

 

Nel corso della sua vita, l’illustrazione originale si è evoluta fino all’ immagine attuale. Nato come un cartone animato in bianco e nero ha finito per acquisire un aspetto bicolore in rosso e giallo (per un po’ ha avuto modo di indossare un cappello e pantaloni lunghi ).
Nel 1955 Disney pubblicò i primi cappelli con le orecchie di Topolino. L’emblema è stato reinterpretato in più occasioni e il suo sfruttamento si è rivelato essere un giro d’affari imponente. I marchi di lusso non sono stati gli unici a sponsorizzare Mickey. L’elenco delle aziende fast fashion che hanno stampato il design sulle loro magliette non ha fine: Zara, Mango, Gap, Bershka, Pull & Bear, Forever 21, ecc. Anche questa stagione la linea con Topolino spopolerà alla grande.

image

Nonostante il suo status popolare, molti influencers continuano ad amare Topolino. A modo loro, come no …
Per esempio l’azienda che aspira a detronizzare Supreme ama Mr. Mouse.
Ronnie Fieg è il fondatore di Kith, l’etichetta newyorkese che in soli sei anni è riuscita a minacciare il trono di Supreme attraverso collaborazioni con case come Nike, Off-White, New Balance o Aimé Leon Dore. Con una strategia simile al logo della scatola, l’apertura di un nuovo flagship store nella Grande Mela ha portato inaspettate vette di popolarità.
Tre mesi fa ha presentato la sua seconda sfilata a New York , ed è qui che Fieg ha offerto alcune pillole di riferimenti che nutrono le sue vaste icone immaginarie: Coca-Cola, Samsung, Moncler e, naturalmente, Topolino.

image

Ora che abbiamo consumato pochi mesi del 2018, con l’anno in fase di decollo, possiamo solo dire che la parola di Ronnie Fieg va di gran moda.  Quindi, Felici 90 anni, Topolino!

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...