Come fare conquiste in biblioteca…anche grazie all’evidenziatore

15:00 Oggi studio a casa per vedere se sfrutto più il tempo.

15:10 Penso.

16:00 Ma guarda, una macchia sul soffitto.

16:15 Sarà l’umidità?

16:25 Ha la forma di un pollo fritto della Conad. A proposito di pollo fritto…ho fame.

16:40 Fino alle 20 non mi schiodo dalla sedia.

16:50 Non mi ero mai reso conto che i fiori delle tende di camera mia sono ortensie.

17:05 Le confondo sempre con fiori simili. Non devo deconcentrarmi.

17:20 Facebook.

17:40 Twitter.

18:00 Instagram.

18:05 Ho un punto nero sul naso. Guardo se mi hanno risposto in Facebook.

18:15 Merda, quel punto nero non ci voleva. Cazzo, devo concentrartmi! Almeno tre pagine devo studiarle.

18:45 Provo a raggiungere l’altra stanza con la sedia girevole… Ja ja ja… mi sento Capitan America.

18:50 Zzzzzzzz….

20:00 Acc… mi sono addormentato. Bene, studierò stanotte.

In considerazione dei tuoi infruttuosi tentativi di studiare a casa ed esplorare la densità, longitudine, volume e forma di tutti i punti della tua camera, decidi di andare in biblioteca. Le biblioteche sono la versione 1.0 di Wikipedia e sono posti molto accoglienti. In essi regna l’armonia polifonica dei silenzi, c’è l’aria condizionata in estate e caldo in inverno, c’è il 4G, il WIFI, e la cosa più importante: ci sono le ragazze. Molte. Di varie età, particolarmente ricettive, perché se qualcosa è sicuro nel mondo è che in epoca di esami la libido aumenta più dei foruncoli a 14anni, ed inoltre l’intelletto è una parte dell’uomo che attrae le donne.

Ma, non c’inganniamo; possono esistere grossi problemi nel momento di flirtare in biblioteca, come l’obbligo di stare in silenzio (questo in teoria), o il fatto che guardi dove guardi ci saranno sempre delle coppie che si tengono nascostamente per mano. Sì, in ogni biblioteca che si rispetti ce ne sarà almeno una per tavolo, come la ragazza coi tacchi 12 che rimbombano con l’intensità di una balena azzurra; il fumatore, il quale non si lava mai i denti e il suo alito lo distingui fra tutte le cloache del mondo: immancabile, poi, la zitella che ti fa il segno di tacere ogni millesimo di secondo. Le biblioteche notturne accolgono un altro tipo di fauna che merita un discorso a parte.

E’ risaputo da tutti, sebbene gli storiografi non siano d’accordo con questa teoria, che la biblioteca di Alessandria fu bruciata accidentalmente da un individuo che tentava di richiamare l’attenzione di una ragazza. Non vogliamo che tu arrivi a tale estremo, soprattutto perché potresti finire in prigione dopo avere distrutto ingenti quantità di sapere universale. Cosicché, cosa devi fare per richiamare l’attenzione di una gentil donzella in biblioteca?

1) Regalale un evidenziatore. Di quelli ricaricabili. Esistono davvero con la ricarica? Se qualcosa è sicuro, più delle parole mare e cielo in una canzone d’estate, è che in qualche momento del giorno il suo evidenziatore comincerà ad emanare inchiostro in maniera poco uniforme. Apprezzerà il regalo… e si ricorderà di te.

2) Offriti come aiutante di studio. Approfitta della sua assenza per dare un’occhiata furtiva ai suoi appunti. Lo sapevo! Hai beccato una studentessa d’Ingegneria Aerospaziale. E’ eguale, diventerà un obiettivo ancor più ambizioso, ma sappi che niente è impossibile. Abbandona i tuoi appunti di Teoria della Pubblicità ed incentrati nella Meccanica dei Fluidi.

3) Migliora la tua ortografia. Se vuoi che s’interessi a te butta nella spazzatura quelle fotocopie di appunti pieni di macchie di grasso e quegli schemi che sembrano l’albero genealogico degli Asburgo e scrivi i tuoi a mano. Vedrà che sei un ragazzo organizzato.

4) Critica la coppia che si tiene per mano. Niente unisce più di un nemico comune.

5) Critica la zitella che ti fa tacere ogni microsecondo. Niente unisce più di un nemico comune. Praticamente potevo scrivere “come sopra”. Vabbè,è l’età!

6) Invitala a bere un caffè. Il caffè sta allo studente come Cristiano Ronaldo al gel. Se vuoi farla sentire a casa, invitala in uno di quei locali della caffetteria dove servono piatti combinati di patate fritte con patate fritte.

7) Cosa? Ti ha iscritto a un corso per capire la Meccanica dei Fluidi? Fa niente, resisti! Forse ti sta scappando un po’ dalle mani.

No, non posso darti una mano col teorema del trasporto di Reynolds… Meglio provare con la prossima.

Hai un altro evidenziatore?

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...