È alle porte l’odiato (per me) Carnevale… Che tristezza!

Uno dei pochi amici che mi attribuisco afferma che ho un caratteraccio.Ma proprio di quelli di cacca!”, dice lui.
Questo per arrivare a scrivere che detesto il Carnevale e il periodo che lo precede. Molti, adesso, penseranno “Ma come è possibile non apprezzare il Carnevale?” Eh sì, sono proprio allergico a tale ricorrenza, alla festa dell’ilarità, del travestitismo, della gioia sfrenata, dell’allegra confusione, dell’espressività portata ai massimi livelli, il momento in cui uno torna bambino.
Sarà che la mia repulsione nasce sin dalle elementari, quando ero obbligato a divertirmi con quel maledetto costume da Zorro o da Superman, in cui mi sentivo l’essere umano più cretino dell’universo. E, come in un replay televisivo, ogni anno mi nascondevo in bagno a vergognarmi di me stesso.
Sì, non c’è verso, sono nato strambo e così rimarrò per tutta la vita.

Nel mio animo si annida, sin dai primi passi, il sanguinolento germe del non-divertimento. Tutto si riduce, a meno che non sia con chi voglio accanto, ad una inveterata incapacità di spassarmela, di distrarmi e infischiarmene totalmente.
Tale comportamento lo manifestavo alle tediose feste tra liceali, quell’accozzaglia di giovani dal gel putrido che mensilmente s’incontrava in casa di questo o questa studente/ssa bevendo e mangiando sino a notte fonda, sulle note di pessima musica da discoteca. E ritrovavo un mesto sorriso solo quando lo sconcio finiva.
Partecipavo, dovevo esserci, altrimenti sarei stato ghettizzato. L’unica mia funzione all’interno di questi orrendi party era quello di aiutare a pulire la stanza da lattine di birra, sacchetti di patatine e, talvolta, disgustosi preservativi usati. Insomma, ero un alieno tra tutti quei deficienti (per me) dall’attività cerebrale azzerata da alcool e canne. Ero l’unico con un barlume di lucidità in quanto allergico al fumo e all’alcool. 

Insomma, quanto sopra è una delle variopinte spiegazioni del perchè non apprezzi tale festa.
Come già detto all’inizio, il Carnevale è quel periodo in cui puoi essere tutto ciò che vuoi. O chi vuoi! Per me è sempre stato un insormontabile problema far conciliare la pura fantasia alla realtà. Ma sento che mi sto annoiando a morte nello scrivere  questo articolo a cui tengo pochissimo. Volevo parlare della nuova corruzione che puntualmente si annida nella magistratura italiana, ma mi è stato impedito perché dicono “scenderei troppo nel personale”. Allora riepilogo velocemente cosa non apprezzo del Carnevale.

01. I cordiandoli, quegli insulsi pezzettini di carta colorata che finiscono nei posti più impensabili. Gli orecchi sono i più colpiti.

02. Il simpaticone che suona la trombetta a 2 centimetri da me e che saprei con precisione dove infilargliela.

03. Il “dolcetto o scherzetto” di chi non ha ancora capito la differenza tra Halloween e Carnevale. Sono in tanti.

04. Il fatto che una volta ci si travestiva da Zorro o da Biancaneve, mentre oggi l’abito più sobrio farebbe impallidire la stessa Cicciolina.

05. Le resse da stadio alla sfilata dei carri. Quei testoni di cartone che, imitanti politici  e personaggi famosi, puzzano di vernice a chilometri di distanza.

06. Le persone che con la scusa che “a Carnevale ogni scherzo vale” passano la giornata a romperti le palle.

07. I ragazzini fuori di testa  che escono di casa una volta l’anno e sono così eccitati da dar vita a guerre di lancio di arance, uova, lattine di Fanta piene, tanto che i migliori vengono recrutati direttamente dall’ISIS.

08. Gli studenti decerebrati che si rincorrono con bombolette schiuma che “tanto non macchia” e ti rimandano a casa con un alone che nemmeno le ascelle di Ferrara possono assomigliare.

Un finale per questo pezzo? “Carnevale, mi fai caaaaaare“, come diciamo nel pistoiese.

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...