La perdente ditta Tavecchio/Ventura da cacciare immediatamente. I due incompetenti fuori da ogni sport, anche le bocce

Dovevo scrivere questo articolo subito dopo la partita, ma la rabbia, la delusione, il desiderio di vendetta, il disgusto, lo sconforto, mi hanno così fiaccato che ho rimandato il tutto a stamane, più calmo ma sempre incazzato nero. I grandi problemi congeniti del calcio italiano hanno espresso la loro massima esaltazione “grazie” a due Nerone che hanno dato fuoco e carbonizzato lo sport degli italiani.
Se in campo mondiale non riusciamo a mettere in piedi una Nazionale dal trionfo del 2006, pensavamo forse che l’allegra brigata Tavecchio-Ventura ci riuscisse?  Il nostro calcio doveva essere rifondato partendo da persone capaci, preparate, abituate a vincere, invece ci siamo ritrovati con Tavecchio -rieletto ancora una volta grazie ad Agnelli per scopi personali- e Ventura -un allenatore abituato a guidare squadre di mezza tacca ( a parte il Toro) e tecnicamente impreparato-.
La colpa per la disfatta di ieri sera, ma nata mesi prima, è solo di questi due incompetenti. Un CT testardo che ha ostinatamente, pur sapendo di sbagliare, continuato nei suoi tanti errori di formazione, una mulaggine tipica di chi non è all’altezza della situazione. Un presidente federale che non ha capito di avere un CT in pieno stato confusionale, al quale è andata bene con le squadrette del girone, nonostante non siano mancate sofferenze anche con esse, ma impreparatissimo nelle due partite con la Spagna. Non finisce qui: Ventura era stato confermato addirittura sino al 2020, errore imperdonabile per tutti i dirigenti della FGCI.

Un Tavecchio incapace di risolvere il commissariamento delle Leghe di Serie A e B, vergognosa situazione che dura da mesi; la totale rinuncia alle riforme tanto gridate ai quattro venti e mai portate a termine; la sua totale mediocrità al comando che ha fatto sì che l’Italia calcistica si ritrovasse in mano al potere dei soliti noti, ma che alla lunga ti espone a figure di merda. I due ancora non hanno fatto il fatidico passo indietro, spero possano farglielo fare Lotti e Malagò, per tentare la risalita dagli abissi. Il calcio italiano deve ripartire da zero, spodestando i due colpevoli che spero vivamente si ritirino dallo sport in generale. Per la ricostruzione non pretendiamo un Leonardo da Vinci o un Pitagora, nè tantomeno un’accoppiata di scienziati del pallone. Desideriamo solo persone migliori e più competenti di queste. Credo proprio non ci voglia molto.

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...