Il Grande Fratello Vip come la nostra politica: inguardabile e senza senso

Il Grande Fratello Vip è lo specchio riflettente della nostra politica senza senso e infinitamente senza futuro. Nonostante i tentativi della moglie di Totti di presentare un programma almeno un po’ decente, la sua grammatica e l’accoppiata con Signorini evidenziano, invece, uno sforzo totalmente vano. I concorrenti si dimostrano puntata dopo puntata dei veri e propri dilettanti allo sbaraglio con i loro goffi e mal riusciti stratagemmi di fingersi divertiti dal giochino nauseante.

Là dentro la noia la fa da padrona assoluta con un Malgioglio dormiente e insapore come il nostro Presidente del Consiglio. Ad appesantire ancor di più l’aria c’è la voglia maniacale di apparire, di farsi riprendere il più possibile, di dire ai guardoni televisivi “ehi, sono qua, esisto ancora!”. Un po’ come fanno i grillini. Poi, francamente è inconcepibile definire VIP personaggi come il fratello e la sorella di Belen Rodriguez, il figlio del campione di ciclismo Moser, o Andrea Damante, Luca Onestini, Rosa Perrotta, tutti figliocci delle trasmissioni per minorati condotte dalla De Filippi.

Se, disgraziatamente, spostiamo l’attenzione su quelli abbastanza famosi come il replicante Predolin, Carmen di Pietro (nota alle cronache per il matrimonio avvenuto anni fa con Sandro Paternostro), Simona Izzo, lo stesso Malgioglio, ci viene spontaneo domandarci come detti personaggi, forse mai stati veramente al centro dell’attenzione, si siano presi la briga di ritentare il grande passo verso la notorietà, invece di continuare le loro insulse ospitate in insulsi programmi presso insulse TV, commerciali e non.  In fondo al di sotto di una certa soglia le persone diventano meccanismi di sopravvivenza e il sopravvivere può essere molto più dignitoso dell’apparire forzatamente. Queste ultime righe valgono anche per Matteo Renzi e la sua voglia ossessiva di ripresentarsi dopo il fallimento politico e umano.

Ormai la strada della degradazione televisiva è percorsa da tempo immemore dalle persone più strambe e meno da televisione che esistano. Un tragitto che nessuno vuole arrestare e che anzi, gli addetti ai lavori, tenderanno ad aumentare sempre più, perchè è risaputo l’Italia è un Paese di mezze tacchi e guardoni. Esattamente come i nostri politicanti.

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...