Un 34enne di Kansas City si spaccia per produttore di film porno e si porta a letto 24 donne. Scoperto, deve ora scontare dieci anni di carcere

Il 34enne americano ( Kansas City, Missouri) Mario Ambrose Antoine, si è spacciato per un produttore cinematografico di film erotici e porno, ingannando così decine fra ragazze e donne mature e arrivando anche ad estorcere loro del denaro.

L’uomo, in seguito, è stato condannato a 10 anni di carcere per aver ingannato, in totale, 24 donne. A quest’ultime prometteva facili e importanti guadagni e che le avrebbe lanciate nel grande mondo della cinematografia hard.  Con questa menzogna è riuscito a fare sesso con le 24 malcapitate. Come parte del processo di audizione, per vedere se fossero capaci di stare davanti ad una cinepresa, Antoine ha chiesto loro di andare a letto con lui. Inoltre, proprio mentre faceva sesso prometteva centinaia di apparizioni in altre produzioni.

Ma nessuna delle donne ha mai ricevuto nulla in cambio. Neanche un dollaro bucato. La condanna per millantato credito ed estorsione è avvenuta pochi giorni fa nel tribunale di Kansas City. Davanti alla corte, le sventurate hanno dichiarato che quando si lamentavano di non ricevere i dovuti pagamenti per i loro servizi come attrici, il falso produttore le minacciava di inviare foto compromettenti ai loro parenti, amici, partner e datori di lavoro.

” Quell’impostore -ha confessato una delle ragazze più giovani- ci diceva di rappresentare grandi aziende del settore e tra queste Playboy.” Le donne venivano contattate tramite Facebook, le venivano offerte grandi somme di denaro e opportunità anche di diventare importanti modelle. Poi, le invitava a casa sua e iniziava un servizio fotografico che faceva parte del processo di selezione.

“Mi ha detto che è stata un’audizione … ho dovute mettermi in diverse posizioni sessuali; quelle che lui chiedeva”, ha detto una delle vittime ad uno show di una radio americana.

Un’altra ragazza ha affermato, sotto giuramento, che Antoine l’ha ricattata ordinandole di pagare 9.000 dollari, o di dormire con lui, per non distribuire l’audizione pornografica che aveva filmato. Un’altra ha detto al giudice che il millantatore aveva spedito una sua foto, in cui era completamente nuda, sul posto di lavoro.

 

Nella foto in alto: Antoine e una delle sue vittime

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...