Personaggi eccentrici. John Mytton e il suo folle mondo

John “Mad Jack” Mytton nacque a Londra nel 1796, ereditando in tenera età una grossa somma di denaro e una fattoria immensa, che gli permisero di indulgere qualsiasi capriccio eccentrico. La sua vita fu caratterizzata da noia, abuso di alcol e scherzi stupidi e crudeltà.

Fu un pessimo studente, infatti venne espulso dalla prestigiosa scuola di Westminster per comportamento indisciplinato. La situazione non migliorò, anche quando ebbe a disposizione alcuni insegnanti privati. Un giorno, per esempio, introdusse nella stanza adibita ad aula un cavallo; l’insegnante spaventatato non si fece più vedere. Sebbene non fosse interessato ad una  istruzione formale, Jack entrò a Cambridge, che poi lasciò senza ottenere un titolo.

Pagò molti elettori per entrare in Parlamento che poi abbandonò dopo 30 minuti. Troppo noioso per lui. Nel 1826, vinse una folle scommessa che prevedeva di salire le scale dell’Hotel Bedford a Leamington Spa con un cavallo e di raggiungere il balcone, da dove saltò sopra i commensali attraverso una grande finestra. Mitton, amava questi giochi un tantino eccentrici.

image.jpeg

Alla ricerca di adrenalina sviluppò sovente idee folli e assurde, come quella volta che decise di saltare una recinzione con il cavallo e la carrozza annessa. Senza la minima paura di farsi male tentò il balzo… Fu un disastro! Si slogò una spalla, distrusse la carrozza e azzoppò il cavallo che di lì a poco fu abbattuto. La cosa peggiore è che espose spesso l’integrità degli altri, per esempio quando decise di dare una moneta a ogni bambino pronto a gettarsi da una collinetta locale. Amava andare       a caccia di volpi. In inverno, mentre ne inseguiva due molte grosse, si tolse i vestiti e corse nudo attraverso la neve. Poteva liberarsi tranquillamente dei suoi indumenti in quanto ne aveva tantissimi.  Si dice abbia posseduto oltre 150 paia di pantaloni, 700 paia di stivali fatti a mano, da 1.000 a 3.000 fra cappelli e camicie.

image.jpeg

La sua follia, una sera, l’obbligò a cavalcare un orso nella sua stanza stracolma di persone. Non è noto se Mytton fosse ubriaco, ma quella sua stravaganza scandalizzò i suoi ospiti quando lo videro cavalcare un orso in salotto. La bestia si dimostrò alquanto tranquilla fino a quando Mad Jack decise di utilizzare gli speroni e l’orso gli azzannò la gamba destra. A quel punto Mytton, preso da una furiosa rabbia, attaccò uno dei suoi camerieri con l’orso, riducendolo in fin di vita.

image.jpeg

Dopo 15 anni di stravaganze John, divorò tutta la sua fortuna, così da fuggire in Francia per evitare gli innumerevoli creditori. Ma anche in Francia non si fece mancare le sue pazzie. In un’occasione, subì un normale attacco di singhiozzo, che decise di curare con uno “spavento”. Dette fuoco al suo pigiama e fu avvolto dalle fiamme. Fortunatamente un servitore di passaggio riuscì  a domarle. Mytton, allora, esclamò con orgoglio: “Singhiozzo passato, per Dio!”. Si tolse i vestiti bruciati e andò a letto.

 

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...