Il caldo opprimente di questi giorni e i problemi a livello psicologico che può causare

Gli esseri umani sono sensibili a tutti i tipi di modifiche, momenti positivi, negativi e sensazioni che si verificano nel loro ambiente, ma certamente uno degli elementi che altera lo stato di sollievo umano sono i cambiamenti del tempo. Siamo abituati, da sempre, ad ascoltare persone che affermano di sentirsi emotivamente “più giù del solito” durante le giornate nuvolose o piovose, o coloro che si sentono stanchi e privi di energia quando arriva la primavera (l’effetto noto come ‘astenia primaverile’). Ma per quanto riguarda l’estate? In che misura il calore influenza la nostra salute mentale ed emotiva?

Molti studi hanno sostenuto che le alte temperature provocano aggressività o ansia. Per esempio, una ricerca condotta da Cara Beattie e Pilar Zurita, responsabili della Ong psicologi volontari, spiega che il calore produce sintomi fisici, ma anche psicologici, che sono molto simili a quelli che si vivono in situazioni di stress. Le alte temperature causano un aumento di adrenalina nel nostro sistema nervoso e preparano l’organismo ad una fuga o difesa da un pericolo, in questo caso assente ; tutto ciò perché questa sensazione è dovuta ad un’alterazione del corpo da esposizione al calore. In tale situazione appare sovente l’aggressività. Questa emozione si presenta per respingere il potenziale pericolo che in realtà non sussiste, e proprio questa impotenza di non avere sotto controllo la situazione per combattere qualcosa che opprime o minaccia il corpo, come il calore, produce l’aumento di aggressività.

Un altro studio di ‘Volmae Psicologi’ spiega che, nonostante gli esseri umani si adattino a tutte le situazioni, a volte un eccesso di caldo può bloccare e disorientare l’organismo causando, oltre a problemi fisici, effetti negativi a livello psicologico. Il fisico alle alte temperature produce una sensazione di stanchezza ed esaurimento, ed in certune occasioni si può arrivare al cosiddetto “colpo di sole”, ove la temperatura corporale può raggiungere i 40º, e possono presentarsi frequenti mal di testa, sete, eritemi e pelle secca, e la situazione può essere pericolosa fino al punto di causare la morte per sfinimento multiorgánico. A livello psicologico, le alte temperature colpiscono il sistema nervoso con sintomi simili a quelli causati dall’ ansietà: irritazione, aggressività, inquietudine e mancanza di concentrazione.

Un altro psicologo, Carolina Cabezas, Clinica Bicentenario, combina tutte le possibili reazioni menzionate sopra, evidenziando l’ aggressività e l’ansia come principali conseguenze emotive della sovraesposizione al calore, ma sottolinea che ogni corpo reagisce in modo diverso agli stimoli, così una previsione precisa non è mai dato conoscerla. Francisco Alonso-Fernández, professore di Psichiatria presso l’UCM, coerente con le teorie precedenti mette in guardia contro la tendenza all’aumento dell’impulsività e alle esplosioni di violenza inaspettata. Inoltre, lo scienziato, aggiunge che l’eccesso di calore riduce le capacità riflessive e creative, diminuendo le prestazioni sul posto di lavoro; aumenta la sonnolenza durante il giorno e la notte c’è un impedimento a dormire con tranquillità, nonché una maggiore difficoltà a connettersi con le persone intorno, ed esiste una propensione a trattare certi argomenti con eccessiva rabbia.

Ma la ciliegina sulla torta è fornita da Amable Cima, un altro professore di psicologia, in questo caso dell’Università San Pablo CEU, che afferma in merito a certe situazioni attribuibili anche all’incidenza della luce solare. Il Professore avverte che gli esseri umani hanno una grande capacità di adattamento all’ ambiente in cui si trovano, a tal punto che il tipo di problemi che sono stati menzionati spesso nascono da un improvviso cambiamento di situazione. Tale cambiamento radicale, sostiene Cima, provoca disagio, fatica e anche un aumento della pressione sanguigna. Per quanto riguarda i cambiamenti psicologici, li sottolinea per riaffermare l’ansia, irritabilità e aggressività causati dal caldo, aggiungendo le oscillazioni di umore e sottolineando che quando si verificano, passando dal caldo estremo ad un clima temperato, l’individuo tende a sentirsi più rilassato.

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...