Alcune tra le più rare malattie che colpiscono i bambini

Quali sono le malattie più rare? Si tratta di quelle che hanno bassa incidenza nella popolazione, vale a dire, che colpiscono un numero limitato di persone. Una malattia è considerata rara quando affligge solo meno di 5 persone ogni 10.000 abitanti.

Anche se sono pochi gli individui affetti da una malattia rara, in particolare, ne esistono molti che sono considerati come tali. Infatti, secondo l’ Organizzazione Mondiale della Sanità, ci sono circa 7.000 malattie globali che colpiscono il 7% dei bambini (e degli adulti) in tutto il mondo.

Le malattie rare che affliggono i bambini.

L’angoscia dei genitori di bambini con malattie rare è grande perché attualmente i trattamenti e la ricerca continua possono allietare alcuni sintomi, ma non debellare del tutto le varie patologie. Tuttavia, ” Le famiglie dovrebbe cercare di connettersi con altre con bambini malati “, dice Paloma Tejada, direttore della comunicazione dell’Organizzazione europea per le malattie rare (EURORDIS), un’alleanza di organizzazioni di pazienti e di persone attive nel campo delle malattie, non governativa e diretta dai familiari dei pazienti.

Questo è solo un piccolo elenco di 10 malattie, nel quale non abbiamo incluso la Sindrome di Dravet perchè nè abbiamo ampiamente parlato in altri articoli. Dette patologie spesso colpiscono il bambino prima della nascita, in modo da riconoscerne una componente genetica:

1. Sindrome di Moebius : due nervi cranici non sono completamente sviluppati. Questi nervi creano un lampeggiamento responsabile del movimento laterale degli occhi e delle espressioni facciali, causando la paralisi del volto. Questo fa sì che i piccoli sbavino frequentemente, abbiano difficoltà a parlare e ad imbastire frasi corrette.

2. Sindrome di Gilles de la Tourette : E’ conosciuta come la malattia dei tic e dei bambini che soffrono a causa dei loro muscoli che eseguono movimenti involontari, producono movimenti rumorosi e parole senza senso.

3. Sindrome di Aase : è ereditaria ed è caratterizzata da anemia causata da un disturbo nel midollo osseo e articolare, associato a malformazioni scheletriche.

4. Emofilia : difficoltà del sangue a coagulare. I bambini che ne soffrono l’hanno ereditata dai genitori e non v’è alcuna possibilità di guarigione, anche se una costante attenzione e la cura adeguata possono regalare al bambino una vita quasi normale.

5. Fibrosi Cistica : è una patologia cronica ereditaria che colpisce le ghiandole che producono secrezioni esterne e provoca ispessimento del muco e ostruzione delle vie respiratorie. I polmoni, il tratto gastrointestinale, fegato, pancreas e organi riproduttivi sono tra gli organi più feriti da questo aumento di viscosità.

6. Albinismo : difetti nella sintesi e nella distribuzione di melanina. E’ caratterizzata da depigmentazione della pelle, dell’iride e della retina. Sono bambini che non hanno pigmento nei capelli o negli occhi.

7. Sindrome di Prader Willi : è presente dalla nascita e colpisce molte parti del corpo. I bambini che ne soffrono sono obesi e hanno scarso tono muscolare. Essa riguarda anche la capacità mentale e le ghiandole sessuali che producono ormoni.

8. Sindrome di Rett: colpisce soprattutto le bambine e si manifesta durante il secondo anno di vita. Mostra un ritardo nella acquisizione del linguaggio e nella coordinazione motoria.

9. Sindrome di Hutchinson-Gilford, Progeria : è una malattia genetica molto rara caratterizzata da figli dall’invecchiamento Sindroaccelerato. I bambini nascono sani, ma dopo pochi mesi, la malattia mostra il suo lato dando l’apparenza al bambino di un vecchio.

10. Idrocefalia : fluido cerebrospinale che si accumula nel cranio e sottopone a maggiore pressione i tessuti cerebrali. Questo fa sì che la testa sia più grande del normale.

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...