Caccia alle streghe contro la Boschi. Basta una frase di De Bortoli per far partire l’esecuzione sommaria verso la “donna” di Renzi

La Boschi è una furbacchiona che va ben oltre la sua giovane età e non potrebbe essere altrimenti frequentando il suo appiccicoso maestro Matteo Renzi. Allo stesso tempo, però, il linciaggio mediatico contro di lei è abbastanza vergognoso. E vi spiego perchè.

La signorina so tutto io, tra il 2014 e il 2015, sembra si rivolgesse, secondo Ferruccio De Bortoli, all’ AD di Unicredit, Federico Ghizzoni, affinchè valutasse la possibilità di acquisire Banca Etruria, oramai senza più un Euro. Quanto dichiarato da De Bortoli è grave, molto grave, soprattutto per la presa di posizione della Boschi che pare esser stata fatta alla chetichella, senza l’approvazione del grande capo di Rignano. Vabbè, la storiella è tutta qui e dubito, se mai l’azione sia stata perpetrata, che Matteino non ne sapesse niente.

Esistono delle dichiarazioni in un libro di memorie e, immantinente, la smentita seccata della “donna” di Renzi. Addirittura ci sono delle smentite da parte della dirigenza Unicredit, ma la cosa più strabiliante è che non esistono indagini sul fatto che possano dare una parvenza di verità a quanto scritto da De Bortoli. Purtroppo, miei cari lettori, siamo in Italia, in un Paese dove la giustizia viene interpretata alla rovescia e, quindi, la gente potrebbe pensare che la prova spetti alla Boschi e non a chi accusa.

Una giustizia sana, invece, dovrebbe chiedere spiegazioni allo scrittore di memorie, in merito a certe sue dichiarazioni piuttosto infamanti. Forse l’italica legge non vuol toccare l’esimio De Bertoli, un personaggio che già di errori di valutazione se ne intende avendone commessi, come nel ripercorrere il ruolo di Marco Carrai come sostituto di Fabrizio Viola a capo del Monte dei Paschi…

Scritto ciò, appare importante mettere in luce che da una normale conversazione, per giunta riportata, politici e giornalisti italioti si sono all’istante scaraventati contro l’avvenente fanciulla arrivando a dire che questa è una scossa che abbatte il castello di bugie ecc.eccc. E tutto senza che vi siano delle indagini in mezzo.

I soliti avvoltoi, hanno iniziato, come è normale fare nello stivale, il tentativo di esecuzione sommaria chiedendo le dimissioni, poichè ” C’è dentro fino al collo”, dirà il non pensante Salvini. Giorgia Meloni, addirittura, chiederà l’immediate dimissioni del Governo Gentiloni. E tutto, ripeto, senza indagini in corso. La situazione riporta alla utilizzatissima cultura del sospetto che nel 1992-93 fece strage di politici e imprenditori. Allora c’era il pool mani pulite, oggi c’è quello di mani sporchissime.

I nostri politici, dunque, come nel periodo della caccia alle streghe, si avvalgono della loro immoralità attuando una sistematica denigrazione contro l’avversario del momento, disinteressandosi se sia o meno colpevole. Mi ricordo che con Berlusconi, molti di quelli che oggi vorrebbero al rogo la Boschi, inneggiavano a una giusta giustizia, con prove acclarate e una condotta equa della parte avversa.

Non amo la Boschi né tantomeno il suo Capo Renzi, ma quando siamo di fronte all’oscurantismo medievale allora m’incazzo di brutto e non c’è Berlusconi, Renzi o Boschi che tengano: deve, su tutto, prevalere la giusta giustizia. Basta!

Dimenticavo: in tutto questo bailamme, due giorni fa è stato assolto dal reato di evasione fiscale Renato Soru, condannato in primo grado a tre anni di carcere. Giorni prima dell’assoluzione un certo Beppe Grillo scriveva sul suo pinocchiesco blog riferendosi a Soru : ” L’epopea immorale del Partito Democratico continua”.     Ieri silenzio cimiteriale.

Certune volte, di fronte a siffatte situazioni, è davvero difficile affermare di essere italiani.

 

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...