Aiuto! L’Italia sta scomparendo. Un grazie ai nostri politici e ai cittadini non pensanti

Cari amici italiani, dopo approfondite ricerche posso tranquillamente affermare che viviamo in un Paese che non esiste. Dell’Italia non è rimasta che la sua posizione geografica, una terra rovinata dai politici e dai suoi cittadini.  Lo stivale non è mai stato una vera Nazione, ma un ammasso di persone che pensano solo al loro tornaconto.

Penso, proprio, che Cavour si stia rivoltando nella tomba di fronte a tale scempio. E le nostre istituzioni fanno di tutto per mascherare la realtà dei fatti.  L’Italia veramente unita non è mai esistita e oggi, l’esempio più eclatante, lo si vede da Nord a Sud. E’ una bufala colossale a forma di stivale allungato, ove i cittadini sono tenuti insieme, ma non uniti, da un getto di saliva denominato solidarietà, trappola della vischiosa amministrazione che ha trasformato la popolazione in sudditi non pensanti.

I vari Berlusconi, Monti, Letta, D’Alema, Renzi, ci hanno manovrato e cotto a fuoco lento e, nonostante i fallimenti politici, non c’è un solo italiano che abbia coscienza di quello che sta accadendo. Ci stanno uccidendo l’Italia, già agonizzante da tempo. In altri Paesi saremmo a due passi dalla guerra civile; da noi, invece, ci crogioliamo nella disperazione collettiva, ma senza il minimo impulso di ribellione.

Agli italiani va bene rieleggere un politico che solo a dicembre disse a più riprese  che se non avesse vinto il Referendum si sarebbe tolto dalle scatole, avrebbe dato l’addio alla politica per sempre. È di nuovo leader del suo partito politico.  E la colpa è soprattutto nostra, totalmente assuefatti dalle parole di chiunque si spacci per politico, noi che ci ritroviamo solo per guardare la finale di Champions League o facciamo code chilometriche davanti ai negozi per l’ultimo smartphone della Apple.

E di manifestare, di mandare a quel paese i miserabili che ci governano, neanche l’ombra. Ma sì, teniamoci il fiorentino racconta balle, quello che promette sapendo di non mantenere, quello che ci “impasticca” di proclami, che urla a squarciagola che le riforme sono il suo unico pensiero. Colui che bacia Letta sulla guancia e poi lo tradisce biblicamente.

Troppi gli episodi dei felloni della politica che hanno reso l’Italia un Paese di terza fascia, una Nazione inesistente grazie alla codardia di chi occupa le poltrone puzzolenti del potere, usato esclusivamente per rubare tutto ciò he è possibile rubare, fino a bere in coppe d’argento il nostro sangue.

 

Annunci

Autore: massimomelani-italiasenzagiustizia

Con i miei articoli capirete perchè non avere mai a che fare con le toghe italiche è vivere sereni. Parlerò anche di moda, attualità e politica...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...